Riconciliatevi! [3 – continua]

(trad. R. Cavallo)

Dico.

Amico musulmano.

Tu ti chiedi perché un ebreo come me si interessa alla vita di Khadija, la prima moglie di Maometto, o a quella di Fatima, sua figlia, o ancora a quella di Aicha, la sua amante.

Tu ti chiedi se io sia abilitato a dar vita ai personaggi chiave di una religione che non è la mia? Di toccare ciò che ti parrebbe più sacro?

Un giorno, alla Fnac, dopo una conferenza su Khadijah, alcune persone persone mi hanno sporto i loro volumi perché io li dedicassi.

“Quale è il suo nome? ho chiesto alla prima – Khadija, ha risposto la giovane donna”.

Lei mi ha raccontato che i suoi genitori le avevano dato, laggiù, in Algeria, il nome della prima moglie del profeta.

“Ora, mi ha detto, grazie a voi, conoscerò la sua vita”.

Questa semplice osservazione, che ho sentito in seguito più volte, in Marocco ad esempio, dove sono andato a presentare il mio libro, giustifica da sola il mio approccio.

Dico.

Fratello ebreo.

E’ vero che nessuno, né tu né altri, mi ha rimproverato direttamente questa deviazione verso la religione musulmana, ma molti non mi hanno seguito finora in questa avventura. Era pertanto un’occasione per capire meglio l’altro, quello di fronte. Amico o nemico secondo le circostanze. Io contavo sul tuo amore leggendario del sapere. E sul tuo attaccamento al Libro.

Ma tu sei come tutti gli umani. La paura dell’altro ti acceca. “Tu amerai il tuo prossimo”, dicono le Scritture. Difficile, vero, quando si tratta di qualcuno che non è della nostra famiglia? Gesù ci ordina perfino di amare il nostro nemico. Esagera. Freud riconosce, in Il disagio della civiltà, di averci provato, ma di non esserci riuscito. E io, pazzo, vorrei tanto che voi vi deste la mano.

Almeno… che voi vi riconciliate.

Oh, miei amici, miei fratelli.

Io so che voi siete tutti oggi i figlie della Repubblica. Ma io so anche che la vostra storia in Francia non è identica. State tranquilli. Quella dei Bretoni e degli Alsaziani nemmeno. Ognuno di noi viene da qualche parte. Importante sapere da dove. Ho sempre detto che colui che non sa da dove viene non sa dove va. […]

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...